Casa ereditata: meglio vendere o affittare?

Data pubblicazione: 14-07-2020


Casa ereditata: meglio vendere o affittare?

Uno dei dilemmi più grandi di chi eredita una casa è cosa farne. Questo accade per vari motivi, specialmente se non si è figli unici.


Se si è figli unici e si vive altrove, magari in affitto, ereditare una casa può essere una vera fortuna per iniziare a risparmiare e abbandonare la spesa mensile.


Ma se si hanno fratelli o sorelle difficilmente si riesce a trovare un accordo che soddisfi tutti, specialmente se uno dei due vuole andare a viverci, perché dovrebbe pagare agli altri eredi il valore della quota di loro proprietà (e se si è in due, come spesso accade, la cifra non è affatto bassa!).


Mettiamo che Carlo e Maria sono fratello e sorella e Carlo vuole vivere nella casa ereditata da entrambi. Se il valore della casa ammonta a 300 mila euro Carlo dovrebbe dare a Maria 150 mila euro per prendersi la casa, ovvero la metà del valore della casa. A meno che Maria non sia così gentile da fargli una donazione spontanea.


Ma questo raramente accade perché una cifra del genere fa comodo a tutti di questi tempi, anche se possiede già una casa di sua proprietà. Inoltre, ci sono casi in cui gli eredi sono più di due (e questo complica sempre un po’ gli accordi) e casi in cui il legame affettivo con l’abitazione non consente di riflettere bene su cosa fare.


La vendita potrebbe essere una soluzione ma a volte è difficile staccarsi dai ricordi. Spesso la casa ereditata è quella in cui si è cresciuti da bambini.


Affittiamo?


Molte famiglie decidono di prendere in considerazione l’affitto (almeno per ripagarsi la tassa IMU sulla seconda casa), anche se spesso sono reticenti anche a questa opzione per vari motivi.


Il primo è che la casa è troppo grande da affittare. Quindi una prima ipotesi potrebbe essere quella di frazionarla per ottenere due abitazioni più piccole e quindi più appetibili sul mercato.


Il secondo, è che spesso le case ereditate contengono mobili antichi e oggetti preziosi: andrebbero svuotate per bene prima di darle “in pasto” a degli sconosciuti. E possono passare mesi prima di finire con tutte queste manovre.


E qui arrivano le note dolenti: se la casa va ristrutturata per risultare interessante agli occhi di ipotetici affittuari bisogna spendere (oltre che pagare tutta una serie di tasse e canoni di affitto). E bisogna farlo  sia col terrore che gli affittuari distruggano la casa, specialmente se si tratta di giovani studenti, sia con l’aggiunta di un’altra preoccupazione, che spesso si rivela fondata: ovvero che gli affittuari non paghino secondo le scadenze.


Cosa fare, quindi? Prima di tutto chiarezza con se stessi e i con propri familiari. Ereditare una casa è molto spesso la conseguenza di un grave lutto e il lutto non ci rende mai totalmente lucidi. Fate passare del tempo per riprendervi e poi affidatevi ai dei professionisti per farvi consigliare la soluzione migliore per utilizzare il vostro immobile senza doverci rimettere, sia economicamente che psicologicamente.


Lo Studio Barone Raschi si propone come unico referente per affitti e compravendite. Quando sarete pronti, saremo qui ad aspettarvi!



Condividi la notizia




Vuoi metterti in contatto con lo Studio Barone Raschi?

Scrivici la tua richiesta